logo

Privacy: il vademecum estivo

E-state in privacy“: il Garante per la Protezione dei Dati Personali pubblica l’edizione 2018 del vademecum per le informazioni utili anche in vacanza.

Con l’estate e l’atmosfera vacanziera, infatti, la voglia di selfie aumenta. La privacy però non va mai in vacanza: per questo, il Garante ha pensato ad “E-state in privacy”, un vademecum per “non esporsi troppo”.

Mentre scattiamo le foto, infatti, dovremo fare attenzione a non riprendere nell’inquadratura anche altre persone: se ciò accade, è necessario accertarsi che queste siano d’accordo e soprattutto chiedere il loro consenso prima di inserire nomi e tag.

Una speciale attenzione, poi, deve essere prestata quando vengono pubblicate foto o video raffiguranti minorenni: se si decide di pubblicarle, devono essere utilizzati espedienti come, ad esempio, rendere irriconoscibile il viso del minore.

Per smartphone, tablet e telefonini, bisognerebbe mantenere aggiornamenti software costanti e programmi antivirus, magari dotati anche di anti-spyware e antispam come ulteriori precauzioni per evitare furti di dati personali.

Sempre a proposito di vacanze, poi, attenzione alle offerte che potrebbero arrivare sui telefonini riguardo alla scelta dei luoghi di villeggiatura e affitti di case- vacanze. Nel caso si utilizzino servizi online per prenotare hotel, viaggi aerei o automobili a noleggio, è meglio usare carte di credito prepagate o altri sistemi di pagamento che consentano di evitare la condivisione dei dati del conto bancario o della carta di credito.

Viene anche raccomandato di impostare sistemi di alert che avvisano in tempo reale su tutte le transazioni che avvengono sul conto o sulla carta di credito, così da individuare immediatamente eventuali addebiti non autorizzati e, nel caso, rivolgersi subito alla propria banca o al gestore delle carte.

 

Articolo pubblicato su ECO DI BIELLA  26 Agosto 2018

Comments are closed.