logo

Emergenza coronavirus: possibile sospendere le rate del mutuo

La pandemia, questa tragedia sanitaria, sta necessariamente avendo ripercussioni sull’economia del nostro Paese. Coloro che sono rimasti senza lavoro, o quelli che stanno lavorando pur avendo drasticamente ridotto il proprio giro d’affari, potrebbero trovarsi a breve a non riuscire a far fronte agli impegni pregressi quali, tra gli altri, il pagamento delle rate del mutuo.

Sul sito del Ministero dell’Economia e delle Finanze si può trovare il nuovo modello aggiornato per accedere al Fondo di solidarietà per i mutui contratti per acquistare la prima casa e ottenere in questo modo la sospensione dei pagamenti delle rate.

L’Associazione bancaria Italiana, nel frattempo, ha diramato alle sedi degli associati una circolare in cui evidenzia i requisiti richiesti per l’accesso al Fondo, i destinatari e la disciplina della sospensione, alla quale è unito il modello per accedere al Fondo e il testo del decreto del 25 marzo 2020 del Ministro dell’Economia e delle Finanze Gualtieri.

Con il decreto interministeriale il Fondo di solidarietà è stato esteso ai lavoratori in cassa integrazione, agli autonomi e ai liberi professionisti che, a causa della situazione emergenziale conseguente al Coronavirus, si trovano in difficoltà in seguito alla sospensione dell’attività lavorativa.

Per accedere al Fondo non è necessario presentare l’Isee, inoltre ne può usufruire anche chi ha già beneficiato della sospensione a condizione che i pagamenti siano ripresi da almeno tre mesi.

Tutti coloro che sono in possesso dei requisiti indicati nel decreto del 25 marzo 2020, devono prendere contatto con la propria banca, la quale, previo invio della documentazione necessaria, procederà alla sospensione del pagamento.

Articolo pubblicato su ECO DI BIELLA 6 aprile 2020

Comments are closed.