logo

Dall’America arrivano gli Hotel Spaccacuori per divorziare

Individuare le condizioni per il divorzio è impegnativo e decisamente stressante: proprio per questo, negli Stati Uniti, come anche in Inghilterra e nei paese nordici, sono nati resort a cinque stelle nei quali i coniugi, complice un clima rilassante, vengono aiutati da un team di esperti ad alleggerire le trattative e a trovare il miglior accordo possibile.

Il requisito indispensabile, è che la coppia abbia effettivamente deciso di porre fine al matrimonio: questa certezza si raggiunge anche grazie all’aiuto di un voluminoso questionario con oltre cento domande.

I costi dell’operazione variano dai settemila agli undicimila euro, che possono risultare neppure troppo elevati se paragonati ai costi di anni di controversie giudiziarie, oltre al beneficio in termini di tutto lo stress risparmiato.

Allontanarsi dall’ambiente quotidiano dovrebbe infatti servire a tenere i coniugi lontano da tutte quelle interferenze – i suoceri, parenti vari, amici e amiche – che non riescono ad esimersi dall’esprimere il loro personale parere.

Si pensi ad una separazione ove ci sono figli minori rispetto ai quali i genitori devono decidere i rispettivi tempi di permanenza, oppure a coppie che condividono molte proprietà immobiliari sulla cui spartizione è necessario trovare un accordo: in questi hotel lussuosi a supportare i coniugi ci sarebbero professionisti – avvocati, consulenti finanziari, ma anche psicologi e mediatori – così da garantire una soluzione di fronte a qualsiasi incomprensione.

Si chiamano, non a caso, “Hotel Spaccacuori”: l’organizzatore lavora con una serie di lussuosi alberghi selezionati in Olanda ed in Belgio e riferisce di avere intenzione di diffondere il concetto anche in altri paesi.

 

Articolo pubblicato su ECO DI BIELLA 3 aprile 2017

Comments are closed.